La Befana

 

la befana3

Era la mattina dell’Epifania. Per tutta la notte la Befana e la sua serva erano state in giro per tetti e per camini a portare i doni ai clienti. I loro vestiti erano ancora coperti di neve e di ghiaccioli.

— Accendi la stufa — disse la Befana — così ci asciugheremo. E riponi la scopa: per un annetto buono noti ci servirà.

Teresa rimise la scopa nel solito angolo, borbottando:

— Sarà bello, volare con la scopa. Ma adesso che c’è fior di aeroplani e di razzi non ne vedo proprio l’utilità. Intanto il raffreddore me lo sono preso e me lo tengo.

La Freccia Azzurra di Gianni Rodari